Congedo speciale e bonus Baby – Sitting

Congedo speciale Baby – Sitting
A decorrere dal 5 Marzo 2020 in aiuto alle famiglie e in particolare a tutti i genitori anche affidatari che hanno figli a casa per la sospensione delle scuole, arriva in aiuto il “Congedo Speciale” oppure il “Bonus Baby – Sitting”. Ma vediamo di cosa si tratta e chi lo potrà richiedere.
Congedo speciale o Baby – Sitting.

In base all’ultimo DPCM del Governo 17 Marzo 2020 tutti i genitori possono chiedere un congedo speciale Baby – Sitting, un permesso non superiore a 15 giorni che giustifichi la loro assenza dal lavoro per occuparsi dei propri figli costretti a restare a casa. Il periodo potrà essere richiesto sia frazionato sia in modo continuato per tutta la durata dei 15 giorni, alternativamente dal papà o dalla mamma lavoratrice.

Scuole chiuse causa emergenza Covid 19 si può stare a casa

Se il minore non supera l’età dei 12 anni o è disabile ai genitori verrà corrisposta un’indennità pari al 50% della retribuzione comprensiva di contributi figurativi. Se invece si tratterà di accudire figli di età superiore ai 12 anni, il congedo potrà essere richiesto lo stesso ma ai genitori non spetterà nessuna indennità.

Baby Sitting Covid 19 Congedo Parentale

Lavoratori autonomi e professionisti cosa è previsto per loro

Nel caso di genitori iscritti alla gestione separata, il congedo speciale sarà previsto lo stesso come ai privati, e sarà indennizzato al 50% di 1/365 del reddito, seguendo il criterio di calcolo normalmente utilizzato ai fini della determinazione dell’indennità di maternità. La stessa indennità verrà estesa anche ai lavoratori autonomi iscritti regolarmente all’INPS e sarà pagata al 50% della retribuzione ordinaria convenzionale stabilita ogni anno per legge a seconda della tipologia del lavoro svolto.

Le condizioni per poter richiedere il congedo

Per poter richiedere il congedo speciale sarà necessario che ci siano determinate condizioni: entrambi i genitori dovranno essere lavoratori e quindi uno dei due non disoccupato o non lavoratore; nessun altro membro della famiglia dovrà essere beneficiario di altri strumenti di sostegno al reddito dovuti alla cessazione del lavoro tipo cassa integrazione ecc…

Astenersi dal lavoro per tutto il periodo di chiusura delle scuole

I genitori nel settore pubblico e privato con figli di età compresa tra i 12 e i 16 anni, potranno sempre alle stesse condizioni astenersi dal lavoro per tutto il periodo della chiusura delle scuole senza ricevere nessuna indennità, né contributi figurativi, ma allo stesso tempo potranno mantenere il proprio posto di lavoro perché ci sarà il divieto di licenziamento e il diritto alla conservazione del posto di lavoro.

In alternativa, si può richiedere il bonus Baby-Sitting

Baby Sitting Coronavirus Congedo Speciale

In alternativa al congedo straordinario sarà possibile scegliere il bonus baby-sitting, che consisterà in un aiuto economico, pari a 600 euro totali da utilizzare per prestazioni effettuate nel periodo di emergenza. Questo bonus diventerà 1000€ nel caso di dipendenti del settore pubblico che si occupano di sicurezza e sanità per l’emergenza del Coronavirus. Il bonus verrà erogato dall’INPS sul libretto di famiglia e le domande verranno fatte attraverso un’apposita procedura che lo stesso ente sta mettendo in opera. Il bonus sarà riconosciuto anche ai lavoratori autonomi non iscritti all’INPS in base alla comunicazione delle rispettive casse previdenziali del numero di beneficiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *